martedì 3 aprile 2018

Recensione | "Playlist - L'amore è imprevedibile" di Jen Klein

Buon pomeriggio lettori, siamo giunti già al 03 aprile. Come avete trascorso questi giorni di feste? Spero che abbiate trascorso la Pasqua con le persone che amate. Io l'ho trascorsa con la mia famiglia!
Ma non voglio perdermi in troppe chiacchiere quindi passo subito al tema del post di oggi: infatti, ho per voi una nuova recensione, stavolta dedicata al romanzo di Jen Klein “Playlist – L’amore è imprevedibile” edito da De Agostini. Lo devo ammettere: appena ho visto questo libro tra le uscite della casa editrice mi sono incuriosita e non ho potuto fare a meno di leggerlo. La cover italiana non mi fa particolarmente impazzire, ma è una questione di gusti. In fondo al post, comunque, vi segnalo anche la versione originale: fatemi sapere quale preferite tra le due!

Playlist – L’amore è imprevedibile | Jen Klein
392 pag. | De Agostini
6.99€ (ebook) | 14.90€ (cartaceo)
23 maggio 2017

Che cosa c’è di meglio del momento in cui ti rendi conto che il liceo sta per finire e la tua vera vita sta per cominciare? Niente, June ne è convinta. Diciassette anni e le idee chiare sul futuro, non vede l’ora di lasciarsi alle spalle la cittadina in cui è cresciuta e tuffarsi a capofitto nella nuova avventura del college. Al contrario di Oliver, l’atleta più popolare della Robin High, che vorrebbe che l’ultimo giorno di scuola non arrivasse mai. June e Oliver non hanno davvero nulla in comune. Potrebbero non rivolgersi mai la parola.
Potrebbero far finta di non conoscersi. E invece. Invece il destino ha voluto diversamente. Perché le loro madri sono amiche per la pelle e hanno deciso che Oliver accompagni June a scuola in macchina. Tutti i maledettissimi giorni. A un tratto, June e Oliver sono costretti a passare parecchio tempo insieme. Peccato che non abbiano niente, ma proprio niente di cui parlare. E allora decidono di mettere la musica. Ma cosa succede quando un’anima rock come quella di June ne incontra una pop come quella di Oliver? Una guerra! Una sfida per il controllo della playlist… finché non accade qualcosa di totalmente imprevedibile. Perché a volte basta la canzone giusta al momento giusto e tutto cambia.

RECENSIONE

Ho letto questo romanzo in pochissime ore, calcolando che ho utilizzato le ore in cui ero sul treno per andare in Università, e nel momento in cui ne ho concluso la lettura ho sentito un vuoto. Ok, non è probabilmente il romanzo più originale del mondo e qualche clichè aleggia nella storia, ma non posso negare di essermi affezionata ai personaggi, soprattutto a June e Oliver, i protagonisti.
Il romanzo è scritto in prima persona, con il punto di vista di June Rafferty, una ragazza all’ultimo anno di liceo che sembra non considerare importanti le cose che accadono durante gli anni di scuola superiore. Con la sua “mania” di parlare con termini aulici e convinta dei suoi pensieri si scontrerà più volte con Oliver Flagg, suo coetaneo e vicino di casa, durante il viaggio verso la scuola. Infatti June non avendo ancora la patente e abitando a quasi due ore dalla scuola accetterà il passaggio di Oliver che puntuale ogni mattina l’aspetta sotto casa.
Tra i due, che già a inizio romanzo risultano fidanzati già con altri ragazzi – June con Itch e Oliver con Ainsley -, sembra non aleggiare un’aria pacifica e i battibecchi durante il viaggio sono frequenti. Fino a quando Oliver non ha l’idea di fare una specie di gara: ogni volta che l’uno o l’altra ha ragione su qualcosa ha la possibilità di aggiornare la playlist musicale che gli terrà compagnia la mattina.
Dunque, devo essere onesta. Nei primi capitoli June mi stava antipatica. Non sopportavo la sua mania di superiorità, il suo credersi sempre meglio degli altri, il suo “pregiudizio” sulle persone. Però con lo scorrere delle pagine ho cambiato opinione su di lei, apprezzando il suo cambiamento.
Per quanto riguarda Oliver Flagg, invece, che dire? L’ho adorato, e non di certo perchè è un atleta palestrato. L’ho adorato per il suo modo di fare, per la sua dolcezza, il suo modo di fare con June. Il rapporto che c’è tra loro mi è piaciuto molto, autentico, con alti e bassi, ma vero. Un rapporto che sembra crescere piano piano, pagina dopo pagina, tra una canzone e l’altra, mentre i giorni scorrono e la festa del ballo di fine anno si avvicina.
Playlist – L’amore è imprevedibile è un romanzo che ho divorato, che ho apprezzato molto. Ben scritto, scorrevole, romantico al punto giusto e mai mieloso o troppo incentrato sui rapporti fisici tra adolescenti. Mi sono piaciuti anche i personaggi secondari, come gli amici di June, e nonostante tutto ho apprezzato anche Itch. Jen Klein ha scritto un libro spensierato, che regala ore piacevole a chi legge, e con il suo stile fresco e pulito fa sì che il lettore si appassioni alle pagine.
E poi l’Amore… uno dei temi che amo di più: non è stato trattato in modo frettoloso, ma nel modo giusto, senza cadere in banalità inutili e mantenendo comunque il giusto romanticismo.
In conclusione, senza spoilerare troppo, Playlist mi è proprio piaciuto, nonostante la mia età adolescenziale sia passata da qualche anno.

Valutazione: ☆☆☆☆☆


QUALE COVER PREFERISCI?

Nessun commento:

Posta un commento